domenica 23 novembre 2008

I veneziani di Chesterton



Secondo Gilbert Keith Chesterton, il viaggiatore romantico che approda a Venezia e che, incantato dall'esotismo della città, s'innamora dei suoi abitanti, lo fa in quanto questi per lui sono solo veneziani. Mentre la strada sotto casa, quella invece è abitata da uomini. C'è da dire che se il viaggiatore romantico vede i veneziani in quanto esotici, questi da parte loro fanno tutto il possibile per non deluderlo. Fanno appunto i "veneziani". (Da cui l'espressione "Non fare il veneziano!") Ma presto si stancano di recitare la parte, e tornano ad essere uomini come tutti gli altri. Spariscono i "veneziani" e San Marco si dissolve nella nebbia.

to be continued...

domenica 16 novembre 2008

Meglio un silenzio che mille parole




Barack sembra una persona seria. Tutto il senato americano applaude Berlusconi. Meno uno. Il solo a non lasciarsi coinvolgere dall'imbarazzante euforia generale. Era il primo marzo 2006 e ancora non lo conoscevamo. Le circostanze erano diverse, ma Obama era già lo stesso. La persona che avremmo incominciato a conoscere da lí a un anno, dal febbraio 2007 quando annunció ufficialmente la sua candidatura per le elezioni presidenziali del 2008.

Lo strumento YouTube ci permette in qualche modo di speculare sul vero carattere di un personaggio pubblico. Di cogliere e valorizzare i suoi comportamenti, le sue parole, perfino gli atteggiamenti, anche in maniera retrospettiva, gettando luce su quello che poi sarà il suo modo di fare futuro. Nel caso, visto che Obama sul momento neppure si doveva sentire osservato, il suo singolare astenersi dall'applaudire o addirrittura dall'alzarsi in piedi, non fa che accreditargli una ancor maggiore credibilità. Almeno sul piano delle intenzioni. Insomma, il ragazzo ci sembra verace e senz'altro presente a se stesso. Staremo a vedere.

Il profeta

video

Ripassiamo allora. Le tre leggi di Jobs: 1.You can only connect dots looking backwards; 2.Keep looking, don't settle; 3.Stay hungry, stay foolish

venerdì 14 novembre 2008

News from Italy



SI ATTENDE L'ARRIVO DEL ON. ANDREOTTI PROSSIMAMENTE SULL'ISOLA DEI FAMOSI !!

(StArT FRoM The LAsT) Japanese version of my first post

Oto oo choko to oto rootomo o o tamizu ne. Ende roko taso itzi motu. Izima dere to kororoco: tokoro loro hine okí. Atiro do so itemanikará de otrotol ozukuharí de pizzá.

Spanish version of my first post

El pasado es todo lo que nos ha occurido hasta ahora. El presente es esta frase. El futuro sin embargo no existe. Hay el posible: todo lo que nos puede occurrir. Y esto sólo dependerá de nuestra imaginación y libertad

English version of my first post

Past is what's happened to us so far. Present is right this sentence. Future instead doesn't exist. There's the possible: what could happen. And this will only depend on our imagination and freedom.

My first post: Pi alla Terza

Il passato è tutto quello che ci è accaduto sinora. Il presente è questa frase. Il futuro invece non esiste. C'è il possibile: tutto ciò che potrebbe accadere. E questo dipenderà solo dalla nostra immaginazione e libertà.